• Home
  • Dove sta andando il mercato?

Dove sta andando il mercato?

Non è facile capire dove sta andando il mercato, sia nel settore siderurgico che nel settore delle macchine utensili.
Non è facile anche identificare quale sarà l’impatto del nuovo governo dell’UE che è uscito dalle urne e quale sarà il futuro per i produttori dell’UE come attori nel mercato globale.
Mentre produttori di macchine utensili e produttori di acciaio consegnavano il loro manifesto alle Istituzioni continentali, chiedendo all’UE di creare le condizioni per la competitività delle imprese europee, dal giorno delle elezioni è emersa la politica dell’incertezza, un Parlamento europeo che corre il rischio di una maggioranza labile o, peggio, nessuna maggioranza o, peggio ancora, una maggioranza così complessa che potrebbe rendere impossibile perseguire politiche coerenti e definite.
Il momento, infatti, richiederebbe una mano ferma al timone, poiché le sfide sono grandi e forti. Da un lato le nuove tecnologie che sono decisive per il futuro delle aziende minacciano di operare una selezione naturale tra i produttori che hanno capitali sufficienti per aggiornare i loro dispositivi, software e processi e quelli che non ne hanno: finanziare e rendere l’innovazione sostenibile è l’obiettivo principale per le istituzioni, ma anche la lotta al dumping predatorio è un compito primario, così come aumentare la competitività del settore e difendere la produzione europea di acciaio.
Alcuni dei temi principali per i prossimi cinque anni sono contenuti in due manifesti, uno scritto da Cecimo e relativo ai produttori e uno dal mondo dell’acciaio, presentato durante Made in Steel a Milano.
Aziende e produttori guardano alla politica in un modo diverso: ora ciò che conta non sono più tasse o sussidi, ma la capacità di pianificare e muoversi nel contesto globale, difendendo le aziende e la produzione in politiche che sono influenzate da mercati molto lontani e da azioni che devono essere correttamente comprese e previste.
Cosa succederà dopo le elezioni europee? Quale maggioranza condurrà l’Europa nelle ondate della quarta rivoluzione industriale e nel conflitto globale sulla produzione e sui prezzi? È difficile risolvere queste domande e anticipare ciò che accadrà a Strasburgo e a Bruxelles: ciò che è davvero facile prevedere è che la situazione è scomoda in quanto la necessità di costituire una maggioranza in Parlamento potrebbe portare con sé un blocco generale a causa delle grandi differenze nelle idee e nelle scelte che si trovano tra le componenti di quella maggioranza. Una situazione che potrebbe essere molto simile a ciò che è accaduto negli ultimi cinque anni, con solo Popolari e Socialisti insieme in maggioranza: dove potrebbe portare l’ingresso anche di ALDE e conservatori?
Molte sono le novità in questo numero di TubeToday che troverete tra le pagine, prima fra tutte la relazione di Made In Steel, composta da diverse pagine dedicate alle aziende presenti e alle conferenze e ai dibattiti durante i tre giorni di evento. Molte sono anche le notizie dalle aziende di tutto il mondo, con un occhio speciale sul lasertubo, un campo in cui ricerca e tecnologia portano a risultati inaspettati.
Buona lettura.